MODALITÀ DI INVIO DEI FLUSSI DI PAGAMENTO DIRETTO DEGLI AMMORTIZZATORI TRAMITE “UNIEMENS-CIG” - Giuseppe Ponzio
22016
post-template-default,single,single-post,postid-22016,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

MODALITÀ DI INVIO DEI FLUSSI DI PAGAMENTO DIRETTO DEGLI AMMORTIZZATORI TRAMITE “UNIEMENS-CIG”

MODALITÀ DI INVIO DEI FLUSSI DI PAGAMENTO DIRETTO DEGLI AMMORTIZZATORI TRAMITE “UNIEMENS-CIG”

L’INPS, con la circolare n. 62 del 14 aprile 2021, fornisce le indicazioni operative relative alla nuova modalità di invio dei flussi di pagamento diretto dei trattamenti di integrazione salariale, CIGO, CIGD e ASO, connessi all’emergenza epidemiologica da COVID–19, tramite l’utilizzo del flusso “UniEmens-Cig”, introdotta dall’articolo 8, comma 5, del  decreto-legge 22 marzo 2021, n 41 (Decreto Sostegni), per gli eventi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa decorrenti dal 1° aprile 2021.

L’INPS con la Circolare n.62/2021 precisa:

– in relazione alla portata della novella legislativa – con cui si prevede il superamento del modello “IG Str Aut” (cod. “SR41”) – si evidenzia che rientra nel campo di applicazione del nuovo sistema di trasmissione il flusso dei dati riferito ai trattamenti di integrazione salariale COVID-19 a pagamento diretto decorrenti da “aprile 2021” in poi;

– rimane confermata, anche per la tempistica di tale trasmissione dei dati, che il datore di lavoro è tenuto a inviare all’Istituto i dati necessari per il pagamento o per il saldo degli stessi entro la fine del mese successivo a quello in cui è collocato il periodo di integrazione salariale ovvero entro il termine di trenta giorni dalla notifica del provvedimento di autorizzazione, se più favorevole al datore di lavoro. Trascorsi inutilmente tali termini, il pagamento della prestazione e gli oneri a essa connessi rimangono a carico del datore di lavoro inadempiente (regime decadenziale).

– al fine di consentire una fase di graduale transizione verso le nuove modalità di trasmissione dei dati relativi ai trattamenti di integrazione salariale COVID-19 a pagamento diretto, si prevede una prima fase di durata semestrale (PERIODO TRANSITORIO) in cui l’invio dei dati potrà essere effettuato o con il nuovo flusso telematico “UniEmens-Cig” o con il modello “SR41”;

– la scelta è determinata dal datore di lavoro in fase di invio del primo flusso di pagamento relativo a periodi decorrenti da “aprile 2021”. Di conseguenza, tutte le richieste di pagamento successive alla prima e riferite allo stesso Ticket dovranno essere inviate con la medesima modalità utilizzata per il primo invio;

– è consentito, fin da subito, utilizzare il nuovo flusso “UniEmens-Cig” anche per inviare i dati dei pagamenti diretti riferiti a periodi di integrazione salariale richiesti con causali ordinarie;

– il tracciato “UniEmens-Cig” a pagamento diretto coincide sostanzialmente con il formato dell’UniEmens standard utilizzato per la CIG a conguaglio, mantenendo, quindi, la stessa struttura di esposizione dei dati. In tal modo viene standardizzata in un unico formato (UniEmens) e in unico processo la gestione delle prestazioni di integrazione salariale indipendentemente dalla modalità di erogazione (a conguaglio e a pagamento diretto);

– i flussi per il pagamento diretto possono essere trasmessi senza la necessità di attendere l’autorizzazione, indicando il Ticket associato alla domanda. Pertanto, la richiesta di pagamento può essere trasmessa dal datore di lavoro anche prima del rilascio dell’autorizzazione stessa. In ogni caso, il pagamento verrà comunque effettuato successivamente al rilascio dell’autorizzazione;

– l’utilizzo di un unico formato per la trasmissione dei dati consente di poter utilizzare, anche per il pagamento diretto, le informazioni del calendario giornaliero, con l’esposizione del Dato orario, del Codice evento e del Ticket (non occorrono forzature nel caso di attività lavorativa svolta nelle giornate festive);

– ai fini della compilazione dei flussi “UniEmens-Cig”, si evidenzia che il Ticket richiesto per la gestione dei pagamenti diretti tramite tale flusso sarà un Ticket tipizzato per tali pagamenti, per cui in fase di richiesta del Ticket, tramite l’apposita procedura, nei casi di pagamento diretto va selezionata la relativa voce, indicante la corretta tipologia di pagamento diretto;

– il Ticket tipizzato richiesto per il pagamento diretto potrà essere dichiarato unicamente nei flussi “UniEmens-Cig”. Di conseguenza un Ticket tipizzato per il pagamento diretto produrrà un errore bloccante se indicato in un FLUSSO ORDINARIO e un Ticket non tipizzato per il pagamento diretto produrrà un errore se indicato in un FLUSSO “UNIEMENS-CIG”.

Per un approfondimento si veda:

Circolare INPS n. 62_del_14-04-2021