LEGGE DI BILANCIO 2021 E NOVITA’ PER I DATORI DI LAVORO - Giuseppe Ponzio
21242
post-template-default,single,single-post,postid-21242,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

LEGGE DI BILANCIO 2021 E NOVITA’ PER I DATORI DI LAVORO

LEGGE DI BILANCIO 2021 E NOVITA’ PER I DATORI DI LAVORO

È stata pubblicata, sul Supplemento Ordinario n. 46 della Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30 dicembre 2020, la Legge n. 178 del 30 dicembre 2020 riguardante “il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023”, in vigore dal 1° gennaio 2021.

Le principali novità in materia di lavoro sono le seguenti:

  • ulteriori 12 settimane di ammortizzatori sociali COVID-19 senza contributo addizionale;
  • ulteriore esonero contributivo alternativo agli ammortizzatori sociali COVID-19
  • blocco dei licenziamenti per motivi economici fino al 31 marzo 2021;
  • conferma fino al 31 marzo 2021 della deroga alle causali, proroghe e stop and go su rinnovi e proroghe dei contratti a tempo determinato;
  • incremento incentivo occupazione giovani (under 36) al 100% dei contributi carico datore di lavoro (massimo €. 6.000/anno) per 36 mesi (48 mesi per le regioni del SUD);
  • l’incentivo per l’assunzione di lavoratrici donne in situazioni particolari è elevato al 100% con massimo €.6.000/anno (deve intervenire incremento occupazionale);
  • stabilizzazione ulteriore detrazione fiscale lavoro dipendente e assimilato;
  • congedo di paternità che aumenta da 7 a 10 giorni;
  • lavoratori fragili e certificazione malattia COVID-19;
  • proroga CIGS per aree di crisi industriale complessa;
  • agevolazione contributiva per l’occupazione in aree svantaggiate (c.d. “Decontribuzione sud“);
  • prevista la proroga per il pensionamento anticipato con opzione donna e APE sociale;
  • prevista proroga delle disposizioni che regolano il credito d’imposta per l’adeguamento dell’ambiente di lavoro;
  • sostegno al rientro al lavoro delle lavoratrici madri e alla conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia, nonché sostegno alle madri con figli disabili;
  • finanziamento del sistema duale per i percorsi formativi rivolti all’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore e dei percorsi formativi rivolti all’alternanza scuola-lavoro.

Per un approfondimento delle misure più interessanti si veda la SCHEDA IN ALLEGATO:

Novita_Legge_Bilancio_ 2021_(L.178 .2020)_Studio_Ponzio_Giuseppe_p