Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale 2020 - Giuseppe Ponzio
18307
post-template-default,single,single-post,postid-18307,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale 2020

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale 2020

L’INPS ha emanato la circolare n. 20 del 10 febbraio 2020, con la quale riporta la misura, in vigore dal 1° gennaio 2020, degli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, dell’indennità di disoccupazione agricola, nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili. 

Trattamenti di integrazione salariale

Si riportano gli importi massimi mensili dei trattamenti di integrazione salariale di cui al citato articolo 3, comma 5, del D.lgs n. 148/2015, in vigore dal 1° gennaio 2020, e la retribuzione lorda mensile, maggiorata dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive, oltre la quale è possibile attribuire il massimale più alto.

Gli importi sono indicati al netto della riduzione prevista dall’articolo 26 della legge 28 febbraio 1986, n. 41, che attualmente è pari al 5,84%. 

TRATTAMENTI DI INTEGRAZIONE SALARIALE 2020

Retribuzione (euro)

Inferiore o uguale a 2.159,48

Importo netto (euro)

939,89

Importo netto (euro)

Superiore a 2.159,48

Importo lordo (euro)

1.129,66

Per un approfondimento si veda: 

Circolare INPS n.20 del 10-02-2020-1