CONGEDO COVID 2021 PER GENITORI - Giuseppe Ponzio
22012
post-template-default,single,single-post,postid-22012,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

CONGEDO COVID 2021 PER GENITORI

CONGEDO COVID 2021 PER GENITORI

Con la circolare INPS 14 aprile 2021, n. 63 l’Istituto fornisce le istruzioni amministrative in tema di fruizione del Congedo 2021 per genitori, introdotto dal Decreto legge 13 marzo 2021, n. 30, a favore dei genitori lavoratori dipendenti del settore privato per figli conviventi minori di anni 14 o con disabilità grave. 

Il congedo può essere fruito dai genitori lavoratori dipendenti del settore privato (sono esclusi sia i genitori lavoratori autonomi sia i genitori iscritti alla Gestione separata INPS):

– nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile e 

– in alternativa all’altro genitore convivente con il figlio, o anche non convivente in caso di figlio con disabilità grave.

In particolare il congedo riguarda 

A) lavoratori con figli minori di anni 14:

– affetti da COVID-19,

– in quarantena da contatto ovunque avvenuto,

– con attività didattica in presenza sospesa

B) lavoratori senza limiti con figli con disabilità in situazione di gravità accertata, ai sensi dell’art.4, comma 1, della L. n. 104/1992:

– iscritti a scuole di ogni ordine e grado per i quali sia stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza,

– ospitati in centri diurni a carattere assistenziale per i quali sia stata disposta la chiusura.

Il Decreto Legge n. 30/2021, inoltre, ha previsto per i genitori di figli fra i 14 e i 16 anni, il diritto

– di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione, 

– né riconoscimento di contribuzione figurativa, 

– con divieto di licenziamento e 

– diritto alla conservazione del posto di lavoro. 

In questi casi le domande di astensione dal lavoro devono essere presentate SOLO ai datori di lavoro e non all’INPS.

Per un approfondimento si veda:

Circolare INPS n._63_del_14-04-2021