Certificazione Unica 2020 (CU) - Giuseppe Ponzio
18302
post-template-default,single,single-post,postid-18302,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Certificazione Unica 2020 (CU)

Certificazione Unica 2020 (CU)

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto i tracciati e le istruzioni dei modelli CU e 770 per il 2020, relativi ai redditi 2019, con alcune novità rispetto all’anno precedente. Con la certificazione unica 2020 i sostituti d’imposta (datori di lavoro) certificano i redditi corrisposti e le ritenute operate ai propri sostituiti (lavoratori), relativi all’anno 2019.

 

Importi da certificare

La Certificazione Unica CU/2020 che i sostituti d’imposta (e non solo) sono tenuti a utilizzare per attestare relativi al 2019:

-i redditi di lavoro dipendente/equiparati/assimilati (art. 49 e 50 del TUIR), 

-i redditi di lavoro di autonomo/provvigioni/diversi (artt. 53 e 67 del TUIR – Art. 19, D. Lgs. 114/1998), 

-i compensi erogati a seguito di procedure di pignoramenti presso terzi (art. 21, c. 15, L. 449/1997) e a seguito di procedure di esproprio (art. 11, L. 413/1991), 

-i corrispettivi per prestazioni relative a contratti di appalto (art. 25-ter, DPR 600/1973), 

-le indennità corrisposte per cessazione di rapporti di agenzia (Art. 17, c. 1, lettere d), e) e f), del TUIR) e 

-i corrispettivi per contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 gg. – c.d. locazioni brevi (art. 4, D.L. 50/2017, L. 96/2017)

– i contributi previdenziali e assistenziali e dati assicurativi INAIL,

– le ritenute d’acconto operate e le detrazioni effettuate.

 

Tipologie di certificazione e scadenze

L’adempimento è infatti così strutturato:

– una certificazione, da trasmettere (telematicamente) entro il 31 marzo 2020, all’Agenzia delle entrate, denominata certificazione unica CU/2019 modello ordinario. Quest’ultima certificazione è finalizzata per la predisposizione del modello 730 precompilato e sostituisce, per la corrispondente parte, il modello 770 (dal 2017, unificato), che, per quanto riguarda i dati corrispondenti alla CU, risulterà esclusivamente composta da un frontespizio e dai prospetti DI, ST, SV, SX . Il termine si sposta al 31 ottobre 2020 per le CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata; 

– una certificazione, da consegnare, entro il 31 marzo 2020, ai lavoratori interessati, denominata Certificazione Unica CU/2019 modello sintetico (i dati sono quelli del modello ordinario con i campi evidenziati dal tratteggio).

 

La composizione della certificazione ordinaria

La certificazione unica modello ordinario da trasmettere telematicamente all’agenzia delle entrate si compone:

– del frontespizio, utile per effettuare la trasmissione;

– del quadro CT, utile per segnalare all’Agenzia delle entrate le informazioni riguardanti la ricezione dei modelli 730-4 (assistenza fiscale);

– i dati di dettaglio della certificazione: identificazione del datore di lavoro e del percettore delle somme, la certificazione lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e la certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Si vedano allegati:

1. CU_2020_modSIN

2. CU_2020_modORD